Immobili in Croazia. Un sogno che può diventare realtà.

Investire in immobili in Croazia

Dopo mesi di contatti, approfondimenti, viaggi, trattative e accordi, sono in grado di presentarvi ufficialmente una nuova interessante area geografica nella quale, posso accompagnarvi ad investire in immobili:

La Croazia

Bandiera Croazia

Per farlo ho stretto accordi commerciali e di collaborazione con il numero uno del settore immobiliare Croato:

Amir Subasic

Amir Subasic
 

Continua a leggere…

I privati investono nel mattone estero

La corsa all’acquisto di immobili all’estero non si ferma.

Il mattone estero, sta diventando la nuova frontiera dell’investimento immobiliare?

L’insopportabile pressione fiscale,l’incertezza su future probabili tassazioni e il clima di sfiducia stanno sempre più opprimendo il settore immobiliare italiano.

Il mattone è sempre stato il motore dell’economia italiana ma ad oggi è un motore senza benzina.

A questa critica situazione, si aggiungerà la revisione catastale in atto. Passeremo dai vani ai metri quadri e per molti proprietari si prospettano rincari ulteriori della tassazione.

Anche il decreto Sblocca Italia sembra non sortire gli effetti sperati dal governo. Si pensa, che solo in pochi beneficeranno della normativa e quei pochi saranno i costruttori e non il mercato immobiliare nel suo complesso.

I privati scappano dal mattone cercando di dismettere questo asset e sono praticamente introvabili nuovi acquirenti.

Parallelamente a questo scenario è in fortissima crescita l’investimento in immobili all’estero.

Si stima che ogni anno “esportiamo” una città delle dimensioni di Pisa e che nell’arco di qualche anno si arriverà alle dimensioni di Torino.

Dove acquistare un immobili all'estero

Il mattone estero,contrariamente a quanto potrebbe sembrare, diventa alla portata di chiunque. Le soluzioni sono praticamente infinite e i prezzi sono abbordabili anche da piccoli risparmiatori.

 

Si possono scegliere le gettonate capitali europee o le acque cristalline con spiagge bianche di qualche paradiso tropicale.

 

Scegli dove acquistare un immobile all'estero

Si può scegliere una destinazione per il ritorno reddituale oppure per goderne in determinati periodi dell’anno o addirittura per delocalizzare la propria vecchiaia.

La migliore modalità per valutare un eventuale investimento nel mattone estero è quella di affidarsi ad un Property Finder specializzato, affidandogli un mandato di ricerca più personalizzato possibile.

Il compito del Property Finder sarà proprio quello di evitare perdite di tempo e denaro al potenziale cliente, perché tutta la fase di scrematura e selezione fa parte del suo specifico compito. Al cliente verranno sottoposte pochissime soluzioni, talvolta anche una soltanto, ma con tutti i requisiti richiesti, nessuno escluso.

Non ci sono più alibi per non prendere in considerazione un investimento nel mattone estero.

Negli ultimi dieci anni il mondo si è ribaltato, molti equilibri si sono rotti, molte aperture ci sono state e il progresso unito alla tecnologia ha aperto nuove frontiere e nuove importanti opportunità di investimento. Rivedere i propri asset alla luce di tutto questo non solo è opportuno ma anche indispensabile.

 

Guido Bartolomei

 

 

 

 

Mattone di lusso all’estero: A Dubai il maggior rialzo dei prezzi

Mattone di lusso, sarà a Dubai il maggior rialzo dei prezzi – Casa 24- Sole 24 Ore
Venerdì 20 dicembre 2013

L’investimento nel mattone estero,acquista valore se l’immobile è di lusso.

In questo articolo è ben spiegato il successo di Dubai.

Sarà Dubai la città nel mondo che nel 2014 metterà a segno il maggior rialzo dei prezzi residenziali nel segmento del lusso. È quanto sostiene Knight Frank, che prevede che nella città degli Emirati arabi l’aumento dei valori del mattone si stabilizzerà tra il 10 e il 15%. A seguire ci saranno, con rialzi dell’ordine del 5-10%, Beijing, Shanghai, Sydney e Parigi.

“Nel periodo tra il 2006/2007 e il 2009 i prezzi dell’immobiliare sono scesi in molti Paesi del mondo, specialmente in Europa e Stati Uniti, ma anche a Dubai e in diversi mercati asiatici – dice Liam Bailey, a capo del team di ricerca residenziale di Knight Frank -. Marzo 2009 ha segnato il punto di svolta per molti mercati. La ripresa è stata molto sostenuta in località quali Londra, New York, Singapore e Hong Kong”. Ma anche Austria e Germania hanno visto per anni una crescita ininterrotta dei valori.
Continua a leggere…

Investire nel mattone ? Certo, ma all’estero.

Crisi immobiliare ?
Incertezze valutarie ?
Diversificazione ?

Il perdurare della crisi economico finanziaria e le ipotizzate incertezze sul futuro dell’euro,stanno lentamente cambiando le radicate abitudini di investimento degli italiani. Il concetto di diversificazione,come mezzo di riduzione del rischio,sta prendendo campo nel mondo obbligazionario,nel mondo azionario e,udite udite,anche nel mondo immobiliare.

L’immobile, bene rifugio per antonomasia, ha sempre rappresentato la quota percentualmente più ampia nella composizione del portafoglio dell’investitore italiano ( l’80% degli italiani maggiorenni, ha un immobile di proprietà) ma negli ultimi anni, la crisi, con la complicità della bolla immobiliare e la difficoltà delle banche ad erogare denaro, ha causato un forte rallentamento di questo settore.

Come fare allora a continuare ad investire in asset immobiliari ?
La ricetta è molto semplice, acquistare in paesi, dove la crisi non si è fatta sentire,dove i governi sono stabili e i regimi fiscali non tartassanti, se poi, questa descrizione,corrisponde anche ad un paese, dove lo sviluppo economico è in continua espansione (ad esempio i BRIC) abbiamo trovato la quadratura del cerchio.
Continua a leggere…