La Turchia è una meta ragionata, per investire in immobili all’estero

Nel 2003 il governo Turco, ha liberalizzato l’acquisto di proprietà da parte degli stranieri. Da allora, c’è stato un vero e proprio boom di compratori. La crisi mondiale, che di riflesso ha toccato anche la Turchia, ha reso le condizioni attuali, per un acquisto ancora più interessanti, visto che i prezzi sono calati di circa il 20% anche se,  pare essersi verificata una prima inversione di tendenza e si ipotizza che il calo possa essere riassorbito in 2 anniI prezzi, allettano molto i vicini europei ma anche i medio orientali.Con circa 50 mila euro si può acquistare un appartamento sul mare di 50 mq.Con 100 mila euro si posso acquistare villette proprio sulla spiaggia.

Continua a leggere…

La tassa sugli immobili all’estero, è discriminatoria? La UE Indaga

La Commissione Europea, Sta Indagando Per  Capire Se L’imposta Sugli Immobili Detenuti All’estero Viola Gli Accordi Sulle Doppie Imposizioni. Le continue modifiche apportate dalla politica a questa tassa,stanno rallentando il lavoro della commissione, ma i risultati non dovrebbero farsi attendere molto. Ricordiamo per sommi capi cos’è l’ivie. Le persone fisiche residenti in Italia che possiedono immobili all’estero, a qualsiasi uso destinati, hanno l’obbligo di versare l’Ivie (Imposta sul valore degli immobili situati all’estero). L’imposta è dovuta dai:

  • proprietari di fabbricati, aree fabbricabili e terreni a qualsiasi uso destinati, compresi quelli strumentali per natura o per destinazione destinati ad attività d’impresa o di lavoro autonomo
  • titolari dei diritti reali di usufrutto, uso o abitazione, enfiteusi e superficie sugli stessi
  • concessionari, nel caso di concessione di aree demaniali
  • locatari, per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria.

Continua a leggere…

Il mondo immobiliare con il progetto “Mais Médicos” cosa ci incastra ?

Cosa ci incastra il programma Mais Médicos con il mondo immobiliare ?
Provo a spiegarmi.

Il futuro di un paese, lo si può intuire da tanti fattori. Il Brasile, quinta estensione territoriale al mondo e sesta potenza economica mondiale, è un paese che è cresciuto moltissimo negli ultimi anni ma, al suo interno ha ancora contraddizioni da colmare, proprio per tutte le diversità che ci sono all’interno di questo gigante. La forte crescita della classe media impone al paese di offrire strutture adeguate a tutti i livelli, ecco perché, con il programma “Mais Médicos”, il governo vuole assumere più di 15mila dottori da inviare nelle regioni più carenti del Brasile. Lo stipendio offerto è di circa 4mila euro al mese, più alcuni benefici.

In Brasile ci sono 1,8 medici ogni mille abitanti contro i  3,5 ogni mille cittadini dell’Italia.

Le condizioni degli ospedali pubblici, la mancanza di ambulatori e l’insufficienza di medici rendono il sistema sanitario brasiliano uno dei settori che richiede interventi rapidi e efficaci in breve tempo.

Anche le proteste che hanno preso il via con la Confederation Cup  parlano chiaro: i brasiliani sono stanchi della lentezza della politica. In pratica, la popolazione chiede e pretende di viaggiare molto più velocemente verso la creazione di servizi e infrastrutture adeguate alla crescita economica che c’è stata in questi ultimi anni.

Il programma “Mais Médicos”, lanciato dal governo di Dilma Rousseff, ha l’ambizione di assumere 15.460 dottori da mandare nelle 3.511 città che ne hanno fatto richiesta. Anche gli stranieri possono partecipare.

Continua a leggere…

Sai quanti Italiani hanno acquistato una casa all’estero nel 2013 ?

Sempre più italiani acquistano una casa all’estero (Scenari Immobiliari)

Finanzaonline.com – 14.1.14/11:21

Cresce la voglia di acquistare casa all’estero per gli italiani. Secondo l’ultimo report di Scenari Immobiliari sugli acquisti di case all’estero da parte di italiani, nel 2013 le famiglie nostrane hanno comprato oltre frontiera 42.300 abitazioni, con un incremento del 6,3% rispetto all’anno precedente. In un decennio questo mercato è più che raddoppiato e si prevedono circa 45 mila acquisti nel 2014. Tra gli europei, gli italiani sono i secondi acquirenti di immobili all’estero, dietro i tedeschi, ma davanti a inglesi e francesi.
Continua a leggere…

Casa all'estero

Mollare tutto e acquistare una casa all’estero sta diventando il sogno di molti.

Andare a vivere stabilmente in un paese diverso dall’Italia, purtroppo, sembra essere diventato un nuovo stile di vita in via di affermazione. Questa tendenza favorisce e incentiva l’acquisto di una casa all’estero.

In questi casi, una delle prime cose che si valutano dopo aver scelto la destinazione è l’acquisto di un’immobile.Sono decisioni che talvolta spaventano,anche perché ci portano molto lontano dalle nostre radici e dalle nostre abitudini.

C’è una buona notizia ! Continua a leggere…